Passa ai contenuti principali

Elephant

Film vincitore della palma d'oro a cannes, finalmente per Gus Van Sant è il riconoscimento che ci voleva dopo una carriera con titoli strabilianti, il film è ispirato al massacro del liceo di Columbine, è un film sperimentale che catapulta lo spettatore dentro la scuola, dove si sono svolti i fatti, ci fa entrare nelle vite degli adolescenti, per un giorno di ordinaria follia, che va avanti come sempre, con tutta la superficialità e il vuoto delle loro vite, allo stesso tempo ci fa entrare nelle vite di coloro che poi effettivamente saranno i responsabili della strage, ragazzini che giocano a videogames, dove chi ammazza di più persone vince un premio, dove si esalta il mito di Adolf Hitler, tutto scorre lentamente, in modo statico, così come la regia di Van Sant che si limita a narrare gli eventi per come si presentano, è un giorno qualsiasi, ma sarà anche un giorno diverso, dentro quelle vite vuote c'è un problema che tutti sanno, ma che nessuno vule parlare, ci sono ragazze bulimiche che si preoccupano solo di uscire tra loro, ragazzi che fanno foto, ragazzi che cazzeggiano, in un vuoto assoluto senza coscienza, e senza identità, ed è proprio in questo vuoto che accade l'irrimediabile, la tragedia scoppia inaspettatamente per tutti, il ragazzo biondo, che è uscito dalla scuola quello che gioca con il cane  invita gli amici e i compagni a non entrare a scuola, dove si sta consumando una delle stragi più efferate.
E' un esplosione di violenza che esplode in un vuoto, dove regnano fatti frivoli, gente annoiata, quasi come se questo evento accade senza un particolare motivo, infatti è incomprensibile, ed è anche immotivata, e non c'è dato di capire, ma solo di osservare, e si rimane atterriti e impressionati, quasi come lo spettatore stesso fosse dentro la scuola, il film di Gus Van Sant è duro, è spietato, perchè vuole raccontare un esplosione di violenza immotivata, ma ci prepara al dunque mostrando tutti i protagonisti della storia, quasi come lo spettatore dovrebbe vivere accanto a  loro, e immergersi nelle loro vite, in quel giorno di ordinaria follia, non ci sono adulti che li osservano, che gli stanno vicini, c'è solo il vuoto assoluto, e dentro questo vuoto avvolte si è incapaci di pensare e di fermarsi, si agisce d'istinto, come se quasi questo stesso vuoto fosse una prigione da cui uscire e urlare e questa è una cosa drammatica e impressionante.
Van Sant forse ha girato il suo film più duro e disperato, ma quella disperazione ha in se un messaggio preciso, che non deve essere capito, ma solo osservato, possiamo indignarci, possiamo condannare, possiamo anche criticare, ma quel vuoto nel bene o nel male, rappresenta la vita di ognuno di noi, anche se avvolte c'è chi riesce a sognare o ad andare avanti, ma chi rimane avviluppato nel vuoto ne rimane vittima e poi diventa carnefice.
DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE!!!




Commenti

  1. lo ricordo come un gran bel film, un anno fa ho visto "Politecnique", di D. Villeneuve, una storia simile, con tempi rallentati,
    DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE!!!

    ciao

    RispondiElimina
  2. aaaaaaah lo cercherò allora grazie ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…