Passa ai contenuti principali

ATM Trappola mortale

Sapete cosa si prova quando hai nelle mani un soggetto particolarmente intrigante e non sai svilupparlo? E' la stessa sensazione che si ha quando hai la possibilità di fare un buon film ma non sei capace di plasmarlo, e alla fine si ha la sensazione di una totale presa per i fondelli, è quello che succede dopo la visione di ATM trappola mortale, il film inizia bene, per poi non smascherare proprio nulla, chi è quel pazzo che rinchiude praticamente questi tre sventurati nella cabina del bancomat? Perchè lo fa? Alla fine hai la sensazione di restare con un palmo di naso, come se il regista gettasse la pietra ma è incapace di sviluppare la storia e dare un volto e un perchè alle azioni del cattivo di turno perchè? Si può costruire il mistero come una scatola cinese, ma poi devi andare al dunque e svelare i motivi e soprattutto il volto dello psicopatico, che non si svela mai, così dopo la visione e soprattutto dopo il filmato ritrovato dalla polizia ti chiedi, perchè proprio a questi ragazzini sventurati li ha perseguitati? Perchè non si mostra mai in volto? Chi è e cosa vuole? Restano interrogativi senza alcuna risposta, perchè? Un vecchio detto dice, quando porti un martello devi portare anche i chiodi, perchè David Brooks fa finire tutto troppo in fretta? Non lo sapremo mai, resta comunque una pellicola deludente, ma aveva il potenziale per essere una pellicola migliore, grazie a uno script capace di tenere alta la tensione, ma è troppo poco, perchè quella tensione svanisce subito con una serie di scene che si dilungano senza andare subito al mordente, facendo in modo di perdersi in un bicchiere d'acqua, la narrazione è statica, d'altronde non potrebbe essere altrimenti, e nelle mani di un autore con più esperienza sarebbe stato un film particolarmente appetitoso.
La trama del film vede tre ragazzi che dopo una festa entrano in una cabina del bancomat per comprarsi una pizza, ma all'improvviso un uomo con un giubbotto si ferma ad osservarli,  sarà l'inizio di un incubo che li risucchierà fino alla morte, apparentemente senza alcun motivo logico, i ragazzi non riescono ad uscire dalla cabina, perchè se ci provano questo si avvicina a loro con fare minaccioso, loro non sanno che li sta registrando, alla fine avranno una sorpresa, grazie alla manomissione dei filmati del bancomat quell'uomo ha fatto in modo che le vittime si trasformano in carnefici.
In conclusione, un film che poteva essere migliore, ma che non si ha avuto il coraggio di svilupparlo meglio, peccato.




Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.