martedì 22 maggio 2012

ATM Trappola mortale

Sapete cosa si prova quando hai nelle mani un soggetto particolarmente intrigante e non sai svilupparlo? E' la stessa sensazione che si ha quando hai la possibilità di fare un buon film ma non sei capace di plasmarlo, e alla fine si ha la sensazione di una totale presa per i fondelli, è quello che succede dopo la visione di ATM trappola mortale, il film inizia bene, per poi non smascherare proprio nulla, chi è quel pazzo che rinchiude praticamente questi tre sventurati nella cabina del bancomat? Perchè lo fa? Alla fine hai la sensazione di restare con un palmo di naso, come se il regista gettasse la pietra ma è incapace di sviluppare la storia e dare un volto e un perchè alle azioni del cattivo di turno perchè? Si può costruire il mistero come una scatola cinese, ma poi devi andare al dunque e svelare i motivi e soprattutto il volto dello psicopatico, che non si svela mai, così dopo la visione e soprattutto dopo il filmato ritrovato dalla polizia ti chiedi, perchè proprio a questi ragazzini sventurati li ha perseguitati? Perchè non si mostra mai in volto? Chi è e cosa vuole? Restano interrogativi senza alcuna risposta, perchè? Un vecchio detto dice, quando porti un martello devi portare anche i chiodi, perchè David Brooks fa finire tutto troppo in fretta? Non lo sapremo mai, resta comunque una pellicola deludente, ma aveva il potenziale per essere una pellicola migliore, grazie a uno script capace di tenere alta la tensione, ma è troppo poco, perchè quella tensione svanisce subito con una serie di scene che si dilungano senza andare subito al mordente, facendo in modo di perdersi in un bicchiere d'acqua, la narrazione è statica, d'altronde non potrebbe essere altrimenti, e nelle mani di un autore con più esperienza sarebbe stato un film particolarmente appetitoso.
La trama del film vede tre ragazzi che dopo una festa entrano in una cabina del bancomat per comprarsi una pizza, ma all'improvviso un uomo con un giubbotto si ferma ad osservarli,  sarà l'inizio di un incubo che li risucchierà fino alla morte, apparentemente senza alcun motivo logico, i ragazzi non riescono ad uscire dalla cabina, perchè se ci provano questo si avvicina a loro con fare minaccioso, loro non sanno che li sta registrando, alla fine avranno una sorpresa, grazie alla manomissione dei filmati del bancomat quell'uomo ha fatto in modo che le vittime si trasformano in carnefici.
In conclusione, un film che poteva essere migliore, ma che non si ha avuto il coraggio di svilupparlo meglio, peccato.




Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...