mercoledì 16 maggio 2012

Una moglie bellissima

Ok, potete chiamarli come volete, cinepanettoni, cinepandori e via dicendo, ma i film di Pieraccioni, specialmente quelli fatti bene, sono divertenti, e a me nonostante tutto non dispiacciono, anzi, li guardo spesso e volentieri, anche se coi cinepanettoni personalmente parlando non hanno nulla a che fare, con quella robaccia insulsa che non si può neanche chiamare cinema, ma nemmeno questo film non è che sia un granchè, però è divertente, gli anni del Pieraccioni de I Laureati e Il Ciclone ormai sono lontani, e nonostante qualche scivolone, ogni tanto Pieraccioni qualche commedia appetitosa riesce ancora a farla, ed è il caso di Una moglie Bellissima, recitato con una ragazza uscita dal grande fratello che è poi diventata la sua compagna Laura Torrisi.
I due interpretano Mariano e Miranda, che sono gestori di una bancarella di frutta e verdura nella piazza della loro città e che nel tempo libero lui fa il musical di Grease, un giorno Andrea,  un fotografo viene folgorato dal fascino della bella Miranda, e le propone di fare un calendario sexy, all'inizio i due sono titubanti, ma quando vedono le prospettive di una vita migliore e un viaggio alle Seychelles, ma la donna si vergogna a farsi fotografare nuda davanti al marito, così lo tiene lontano dal set, e lui fa amicizia con l'indigeno Said. Una volta tornati a casa Miranda viene accolta come una star, e comincia il periodo di crisi nella coppia di innamorati, anche grazie alla corte che Andrea fa a Miranda, questa si innamora di lui e lascia Mariano il marito, ma non è tutto oro ciò che luccica, quando Miranda scoprirà questo nonostante la lontananza dal suo Mariano riuscirà a riconquistarlo?
Una commedia divertente e leggera, come non capitava da anni di guardare diretta da Pieraccioni che risulta più ispirata e fresca del solito, anche nella regia e nell'impostazione della sceneggiatura, e nonostante la scarsa esperienza sul set anche Laura Torrisi risulta naturale dove rischia di non esserlo, ma va bene così, infondo è solo un film giusto giusto per staccare e farsi due risate, e anche un titolo migliore rispetto alle cadute di stile di Pieraccioni come il principe e il pirata che è ampiamente trascurabile.
APPETITOSO.

4 commenti:

  1. Non l'ho visto, ma se capita in tv lo guarderò.
    Nuovo look al blog? Bello, mi piace! :D

    RispondiElimina
  2. grazie, è adatto con il tempo primaverile ^^

    RispondiElimina
  3. Hai messo l'abito estivo, eh? Beh complimenti per la rinfrescata al look...che te devo dì su Pieraccioni. I laureati lo vidi in vhs, Il ciclone addirittura al cinema( e mi ci feci anche quattro belle risate) poi anche se ho visto quasi tutto di Pieraccioni devo dire che per me è andato in calando. Più o meno fa film sempre con lo stesso schema, con tasso mediobasso di volgarità ma purtroppo la freschezza dei primi due titoli è persa...oramai naviga nel limbo...

    RispondiElimina
  4. si concordo, questo l'ho trovato divertente, ma nei primi film era una promessa interessante, si sa che poi andando avanti con gli anni si perde un po' di ispirazione e freschezza ^^

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...