Passa ai contenuti principali

L'altra faccia del diavolo

No ragazzi è una mia impressione o abbiamo toccato il punto più basso del cinema di genere? Che senso ha riproporre in più di dieci anni un genere che ormai è superato come qualcosa di innovativo da ripetere, ancora, ancora e ancora? No eh? Non ci siamo, le repliche di docuhorror ormai non fanno più centro, anzi fanno acqua da tutte le parti, e se qualcuno leggesse questa recensione forse li metterebbe DEFINITIVAMENTE da parte concentrandosi su cose più sostanziose, questo genere andava bene con The Blair Witch Project che presentava una novità, ora invece lo fanno tutti, ma che senso ha? Sembrano documentari tutti uguali su scene impressionabili che non fanno presa su un pubblico ormai saturo di filmetti o pseudofilmetti vari, che nulla hanno a che fare con l'horror vero e proprio, il fatto è che oggi gli horror non li sa fare più nessuno, che sia un genere in crisi è una cosa ormai risaputa, e che ci vogliono nuovi  talenti, nuove innovazioni, nuovi colpi di genio, forse solo i grandi maestri come Carpenter ci riescono ancora in pieno, quelli che non sanno fare gli horror si limitano a creare film sensazionalistici, o metterci attorucoli famosi per aver interpretato saghe fantasy, ma che non sanno imprimere bene l'anima dei personaggi come abbiamo visto di recente, ma parliamo di questo l'altra faccia del diavolo, si perchè è proprio questo il film che sto per analizzare, che sia un film sensazionalistico lo si nota dalle scritte del manifesto, e già mi avevano fatto storcere il naso, ispirato a fatti realmente accaduti, il film che il vaticano non vorrebbe mai che tu vedessi, nonostante ciò ci sono ricaduta un altra volta, e ho visto questa ciofeca, perchè di ciofeca si parla, non si parla mica di un film horror come lo definisco io eh? Durante la visione ho avuto la sensazione di una colossale presa per il culo, scene impressionabili a gogo, e altre cavolate varie, il tutto si concentra su una ragazza che deve capire il perchè sua madre è ricoverata nel reparto psichiatrico dell'ospedale del vaticano e presenta i classici sintomi di chi è posseduto? Cosa si nasconde? In un tripudio di scene raccapriccianti senza nè capo e nè coda, incapace di analizzare affondo le motivazioni e i perchè dei protagonisti e capire cosa si nasconde dietro, che si tratta di una presa per il culo lo si capisce dalla assoluta pochezza di motivazioni che il regista imbastisce nella trama per mettere paura, ma sono sicura che anche il diavolo in persona si piscia sotto dalle risate se gli fai vedere sto filmetto insulso, i tempi di Rosemary's baby sono andati via, i tempi de L'esorcista sono ormai lontani, ora è tutta un uscita di pellicole superficiali, incapace di terrorizzare, la maggioranza fanno solo ridere, non sono capaci di mettere brividi di terrore, di farti saltare dalla sedia, sono noiose, ripetitive, piene di titoloni sensazionalistici che danno l'illusione di vedere chissà che cosa, ma poi a conti fatti sono tutte uguali...questo signori miei non è cinema, perchè in effetti queste pellicole sono un po' come i cinepanettoni, visto uno ti basta e avanza, riusciremo a vedere un horror degno di definirsi horror?
La speranza è l'ultima a morire...
DA EVITARE ASSOLUTAMENTE


Commenti

  1. Come sai, anche io l'ho trovato uno dei film peggiori passati in sala quest'anno.
    L'unica cosa a suo "favore" è stata che me l'aspettavo. :)

    RispondiElimina
  2. anche io me l'aspettavo, ormai mi sono abituata a questi documentari sensazionalistici che fanno + ridere che spaventare, mi sa che ora li relego vicino ai cinepanettoni, sono tutti uguali hahaha

    RispondiElimina
  3. Si questo film ha fatto toccare il fondo al genere horror, sottocategoria mockumentary:)Io gli diedi un 3 come voto...

    RispondiElimina
  4. Io mi chiedo ancora perchè riprendere sempre sti mocumentary, perchè fare cinema che somiglia più a un reality invece di concentrarsi di seguire le classiche regole dei film di genere che di solito sono sempre vincenti? Non succede mai, e ogni volta ti guardi queste ciofeche, e ci metto anche paranormal activity che fanno più ridere che spaventare...l'horror è un altra cosa...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Robocop

Prima di quest'anno non avevo mai visto Robocop il primo per intero, e ne hanno fatto un remake che ancora non ho visto, spero di recuperarlo, anche se in giro dagli amici bloggers ho letto che era decisamente da perdere.
Comunquesia una sbirciatina gliela do...ma lasciamo perdere il remake e concentriamoci sul film in questione.

Un Anno Vissuto Pericolosamente

Anche questa settimana torna il cinema di Peter Weir, oggi abbiamo uno dei suoi migliori film Un anno Vissuto Pericolosamente, che diede l'oscar come migliore attrice non protagonista all'attrice per altro esordiente Linda Hunt, in un ruolo maschile.

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…