giovedì 3 maggio 2012

Real Steel

Non aspettatevi un capolavoro, non aspettatevi chissà che cosa, Real Steel è il classico film di intrattenimento, un po' sborone, il classico film che fa staccare la spina per cazzeggiare un po', ma che ha dei buoni ingredienti per divertire lo spettatore, si sa avvolte è necessario tra un film e l'altro, tanto per divertirsi un po' e Real Steel riesce a divertire, pur non essendo a livello dei capolavori di Spielberg che sono ben più notevoli, è un filmetto di genere, capace di mantenere quello che promette, un rapporto padre/figlio, che si riuniscono, dopo la morte dell'ex fidanzata e madre del bambino, ma Charlie non lo vuole con se, e sarà costretto a una convivenza forzata con il bambino per tutta l'estate, sarà l'occasione per riprendere in mano il suo robot, un tempo distrutto anche grazie alla perseveranza di suo figlio che non si arrende di fronte a nessuno, e sarà proprio questa cosa, che avvicinerà padre e figlio, facendo scoprire a Charlie cosa si è perso.
Diciamoci la verità, il film ha una forte dose di sentimentalismo, un po' smielata, forse fatta apposta per attirare il pubblico dei più piccoli che amano il mondo dei robot, è e resta un film fracassone che sa il fatto suo, divertente, spassoso, riesce a tenere alta l'attenzione dello spettatore, ma il film ha i suoi limiti, una regia piuttosto assente, per quanto riguarda le motivazioni dei personaggi, il perchè Charlie ha abbandonato suo figlio, etc etc etc...Levy dimostra di non saper cogliere lo spirito dei suoi protagonisti e si concentra troppo sulle battaglie tra i robot, tanto per fare spettacolo, tanto per fare caciara...ma ha sprecato un occasione in più per mostrare almeno di elevare il film a un certo livello che avrebbe guadagnato punti maggiori.
Va da se, il film è questo che si piaccia o no, bisogna prenderlo gustarselo e magari farlo con tutta la famiglia tanto per passare tempo, e basta, ma vi assicuro che le lotte tra robot sono ben fatte, ci sono grandissimi effetti speciali, insomma il divertimento è assicurato, anche se la storia onestamente non è che sia originale, è molto simile a un film con Stallone Over The Top, solo che lì c'era il braccio di ferro, qui ci sono le lotte tra robot, cambiando le ambientazioni ci troviamo di fronte a un film divertente ma poco ispirato, che sarebbe stato migliore se il regista si sarebbe concentrato anche sui suoi protagonisti, anche gli uomini infondo hanno un anima, e non sono meccanici come i robot, e trattare umani e robot alla stessa maniera non è una bella cosa.


2 commenti:

  1. Non un capolavoro, concordo, ma gradevole, soprattutto per una serata scacciapensieri.
    E poi, insomma, Hugh è sempre un bel vedere!

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...