Passa ai contenuti principali

La Chiave di Sara

Ecco un altro film che parla della deportazione degli ebrei francesi nei campi di sterminio, questo film a differenza di Vento di primavera che è un racconto in contemporanea dei fatti tragici avvenuti, questo film è un film sulla ricerca di un fatto tragico avvenuto allora, protagonista  è un americana che vive da tanti anni a parigi, e va a vivere nell'appartamento di Sara, una ragazzina scomparsa, che ha chiuso suo fratello nell'armadio per non farlo trovare dai tedeschi per salvargli la vita, ma che ha dimenticato di lasciargli la chiave, per questo motivo il bambino è morto.
Gilles Paquet-Brenner, narra il film come fosse un viaggio  interiore della protagonista, che vuole capire che fine ha fatto Sara e quale verità si cela nel mistero della famiglia del suo compagno, Julia, che interpretata da una bravissima Kristin Scott-Thomas, vuole cercare Sara, perchè in realtà lei cerca se stessa, e si prende a cuore questa ricerca, conoscerà solo le persone che si sono occupate di lei e che le raccontano la sua vita, in un dramma che percorre le infinite strade della vita, e dell'odio, che nonostante tutto, non può esistere sempre tra esseri umani, questo deve essere presente perchè un atto tragico contro esseri umani, dovrebbe non essere mai dimenticato, alla fine Sara vivrà sempre con questo senso di colpa dentro, nonostante voleva fare una buona azione, vedrà tutta la sua famiglia sterminata dai nazisti, lei riesce a scappare, Julia ne è convinta che la ragazza sia riuscita a sopravvivere allo sterminio grazie ad altre prove, e incartamenti sparsi negli archivi, il che la farà viaggiare parecchio fino ad arrivare a Firenze, dove scoprirà che Sara ha avuto un figlio, all'inizio lui la caccia via, ma alla fine vuole sapere la verità, e Julia gli darà il diario di sua madre, nel frattempo Julia è diventata Madre e alla bambina le ha dato il nome Sara, in onore della donna scomparsa.
Film tratto dal romanzo di Tatiana de Rosnay, mette in luce un fatto poco noto accaduto durante la seconda guerra mondiale, durante il Rastrellamento del Velodromo d'inverno.
Un film che è capace di far riflettere e commuovere.
DA NON PERDERE.





Commenti

  1. ottimo film, che evita di essere di essere il solito film sull'olocausto.
    l'unica cosa che non mi ha convinto granché è il finale, dove si poteva fare parecchio di meglio...

    RispondiElimina
  2. Da non perdere...ed io me lo sono perso. Dovevo andare al cinema con i miei amici, ma è capitato nella programmazione di Pasqua e non mi è riuscito. Spero di recuperarlo presto :D

    RispondiElimina
  3. si è un film davvero bello, capace di far riflettere sull'olocausto e soprattutto sulla vita in generale :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Spiderman Homecoming

Ecco il terzo capitolo del reboot di Spiderman...lo devo dire non è male, e questa terza parte mi è piaciuta particolarmente, per un solo motivo: Michael Keaton.
Perché? Perchè simpaticamente ha voluto fare il verso ai cosidetti supereroi - lui che ha interpretato il per me mitico Batman Burtoniano - e interpreta il cattivo, ovvero l'antagonista dell'uomo ragno.
Ed è pure padre della sua ragazza...

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…