Passa ai contenuti principali

Cani Sciolti


Primo Guest Post alla fabbrica, grazie agli amici di Copyisteria, divertitevi a leggere e a scoprire questo film.
Arwen

Film: Cani sciolti
Regia: Baltasar Kormakur
Cast: Mark Wahlberg, Denzel Washington, Paula Patton, James Marsden, Fred Ward

By Copyisteria


Due agenti rapinano banche e fanno esplodere negozi per fingersi criminali ed incastrare un criminale vero. Se la cosa vi sembra eccessiva “a monte” oppure il genere Arma Letale non vi ha mai allettato, lasciate perdere. Se la cosa invece vi intriga, potreste adorare Cani sciolti (titolo originale “Two Guns”): l’ultimo film di Baltasar Kormakur (Rejkjavik 101, Il Mare, Contraband).
Diversamente dal precedente Contraband, qui non c’è traccia di dramma se si eccettua qualcosina verso la fine; Come in Contraband c’è il traffico di droga, la corruzione dilagante e… Mark Wahlberg.
Il regista islandese di “Rejkjavik 101” costruisce un intreccio che esige di essere guardato a cuor leggero, senza porsi troppe domande. Il tutto prende naturalmente la forma di un pop corn movie in salsa 80’s (Beverly Hills Cop, Arma Letale, Die Hard). Nel cast, oltre alla bellissima Paula Patton e al “fu Ciclope” James Marsden, troviamo anche una vecchia gloria dell’action a stelle e strisce come Fred Ward (Tremors, Il mio nome è Remo Williams). Approposito… Sly quanto ci metti a scritturare il vecchio Fred per un capitolo de I Mercenari?
Come da certa tradizione action americana, “Cani sciolti” è un film sul libero arbitrio: in un mondo dove legge e criminalità si contaminano fin quasi alla fusione molecolare, il cambiamento può nascere solo grazie all’azione del singolo. E nel caso specifico di Cani sciolti, “il singolo” è una specie di spassoso mostro a due teste che ha le voci di Denzel Washington e Mark Wahlberg.
Trench e Stigman sono due duri a morire perennemente in bilico tra la legge e il suo contrario. Uno (Trench/Washington) è un agente della DEA, l’altro (Stigman/Wahlberg) è un ufficiale dell’intelligence della Marina. Entrambi sotto copertura, i due ignorano le rispettive vere identità per buona parte del film e questo innesca un dialogo continuo e delirante che è la chiave di tutto il film. Trench e Stigman parlano di continuo, cercando di sedurre il pubblico col loro carisma e bisogna ammettere che spesso ci riescono, vista l’innegabile bravura dei due attori protagonisti. Washington è più cool di Danny Glover (non solo per i cappellini che sfoggia), Wahlberg è più piacione di Mel Gibson (fa l’occhiolino alle cameriere ma ha una pasta molto diversa da quella folle e anarcoide di Mel). I due si contendono amichevolmente la palma di protagonista del film fino alla fine e il responso è, verosimilmente, molto prossimo alla X. Due icone maschili di indubbio fascino e bravura. Azione, botte, esplosioni in puro stile hollywoodiano.

Da Copyisteria.altervista.org

Commenti

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…