Passa ai contenuti principali

Guardiani della Galassia

Sui blockbuster si può scrivere di tutto e di più, ormai credo che gli spazi siano ben riempiti per aprire anche dibattiti sull'argomento, ma certamente questo è un discorso a parte, pur trattandosi sempre di cinema di intrattenimento e d'evasione, devo dire che il suo citazionismo e soprattutto le sie fonti di ispirazioni sono ben sottolineate, cosa insolita per un opera del genere.

Questo è si un pregio, ma anche se il tutto si riduce lì possiamo dargli addosso? Rischiamo soltanto di fare i bacchettoni perchè ammettetelo, nonostante amiamo il cinema più impegnativo - e io sono tra queste persone - ogni tanto fa bene staccare la spina con qualche cosa che ricarichi le batterie, e se è fatto bene il divertimento non è magigiore?
Per quanto amiamo il cinema, ci piace tantissimo passare del tempo a divertirci, è inutile nasconderlo è così e sarà sempre così che lo si voglia o meno.
Per i Guardiani della Galassia forse non ci troviamo di fronte al miglior film tratto dalla marvel comics, ma almeno riesce a divertire e a intrattenere pur con i suoi difetti.


Il film è intrigante non lo nego, ricchissimo di scene fracassone lo so, ma se ne parlo rischio di prendere i soliti clichè della recensione da blockbuster, questa sera non lo voglio fare, perciò mi limito  a sottolineare la capacità del regista di aver fartto un film che ricorda i mitici anni ottanta, con film come guerre stellari tra tutti e l'ironia delle commedie.
E' un opera vintage, e questo lato certamente la rende molto appetibile al grande pubblico, perchè durante la visione si ha l'impressione di essere tornati ai tempi di indy, quando noi della generazione degli 80's che in quegli anni eravamo adolescenti ce li ricordiamo i film usciti quanto hanno segnato la nostra vita.
Questo film con le sue ispirazioni sembra ripercorrere proprio la stessa strada, con una abilità che strizzando l'occhio allo spettatore ormai quarantenne e fa divertire quello più giovane.
Insomma questo film potrebbe piacere proprio a tutti quanti nonostante sia un opera d'evasione, e ogni tanto concediamocela un po' d'evasione, poi ci intrufoliamo nelle introspezioni da cinema minimalista e autoriale, ma almeno ti diverti un po' e ti prepari per una visione più impegnativa.
Per il grande pubblico vabbè credo che non si debba specificare lo staccare la spina, forse si divertirà davanti a un pacchetto di popcorn al cinema e poi ne parlerà agli amici ma chi se ne frega?
Il cinema va preso per come si presenta, nel bene o nel male, per i dibattiti ci siamo noi cinefili  o i critici forse solo quelli bravi...e sono pochi, davvero pochi.
Voto: 6 e 1/2


Commenti

  1. A me il film è piaciuto molto!
    Comunque non ho capito bene il discorso che ne sta alla base :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di preciso cosa? Ho fatto una recensione un po' generalista, ma comunque il film non è dispiaciuto neanche a me, mi sono divertita a guardarlo xD

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.