Passa ai contenuti principali

La Mia Peggiore Amica - Poison Ivy

Non poteva mancare la recensione quotidiana del film, quindi doppia recensione oggi, prima TVD ora un film, vabè, ecco a voi La mia peggiore amica con Drew Barrymore.

Si tratta di un thriller abbastanza convenzionale, dove due ragazze fanno amicizia, la prima figlia di un noto giornalista tv, è attratta dall'altra, senza famiglia e senza dimora, che ha il coraggio di volteggiare sull'altalena con una gonna.
All'inizio l'idillio è favoloso, ma poi piano piano si cominciano a capire le reali intensioni di Ivy che vorrebbe prendere il posto della madre di Coop.
Soprattutto quando la stessa Ivy comincia a voler essere protagonista in quella casa, sia con la madre - che poi farà fuori, -  che con il cane, il padre per rubarle via via tutto ciò che le appartiene....
Ma un incidente stradale farà capire a Coop la realtà delle intensioni di Ivy.
Protagonista assoluta del film è Drew Barrimore nel ruolo della velenosa Ivy che distruggerà completamente tutta la famiglia di Coop seducendo persino il suo stesso padre, nella speranza di prendere il posto della madre.
Insomma un veleno dosato a piccole gocce ma che brucerà tutto il mondo di Coop con la scusa dell'amicizia...come dice un vecchio proverbio, amici e guardati, e dalla seducente e bellissima Ivy è meglio scappare che lasciarsi ingabbiare dalla sua cattiveria.
Un film che nonostante tutto non dispiace guardare, certo non è un capolavoro, si tratta di un thriller dove una bad girl ingloba nella sua rete una famiglia intera, con qualche buco di sceneggiatura in cui Drew Barrymore per la prima volta in un ruolo più adulto fa la cattiva, forse è la sua unica incurisone dato che l'attrice è piuttosto simpatica, la ricordiamo nei due film di Charlie's Angels che spero di recensirli prima o poi.
In conclusione, senza infamia e senza lode, si può vedere tranquillamente, soprattutto se volete emozioni forti.
Voto: 6 e 1/2

Curiosità:
Nella scena iniziale si nota il cameo di una futura superstar del cinema...Leonardo Di Caprio al suo primo film.

Commenti

  1. film troooppo anni '90 :)
    ai tempi comunque non mi era dispiaciuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si decisamente, anche a me non era dispiaciuto, l'ho voluto recuparere appena preso internet ^_^

      Elimina
  2. Che nostalgia!!
    Lo vidi da ragazzina e ne rimasi molto disturbata, soprattutto per la disgustosa idea che la migliore amica della protagonista potesse riuscire a diventarne la matrigna. Eeew!! >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto hai ragione Bollicina...quel gran pezzo di tr****e di Ivy copula col paparino di coop per prendere il posto di sua madre e li becca in flagrante pure...ai tempi ha turbato anche me ;)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.