Passa ai contenuti principali

Tutto può cambiare

Oookay, si, al mio ritorno mi sono buttata a capofitto sulle ultime uscite in sala, ma devo recuperare, e quindi oggi recensisco un film visto addirittura ieri: Tutto può cambiare.
E' innanzitutto un film sulla musica e sulle infinite possibilità in cui c'è sempre una porta che si apre nella vita, nonostante le delusioni d'amore e i tradimenti di chi crediamo ci ami.

Protagonista è una deliziosa Keira Knightley nel ruolo di Greta, una cantautrice che è stata tradita dal suo fidanzato, una superstar che dopo aver accettato un ottimo contratto discografico la molla per un altra, quindi oltre la beffa anche l'inganno, così lei si vede sfumare il suo sogno.
Ma un amico la invita a cantare in un club e pur a malavoglia canta una canzone, a scoprirla è un esperto pieno di illusioni e non privo di sogni, che annega le sue frustazioni nell'alcool...è la svolta giusta per lei, ma anche per lui che con questa scoperta le fa da una specie di manager e la invoglia a fare un disco registrato addirittura in strada, privo di sovraincisioni, ma con l'accompagnamento di musicisti veri che suonano con lei che canta e suona la chitarra.
Nonostante il discografico ha storto il naso poi si ricrederà non appena sente il disco, anche se poi, Greta ha un intuizione più redditizia rispetto a quello che le offriva la casa discografica.
Mark Ruffalo interpreta Dan il manager, e il cantante Adam Levin il fidanzato fedifrago di Greta, David.
Un film delizioso, con un buon cast e della buona musica, un opera fresca e intrigante che non stanca mai, riesce a non essere patetica anche se il rischio c'è, ma comunque sia si fa volere bene, e questo è più un pregio che un difetto.
Poi c'è la musica, in ogni angolo, e in ogni dove, come un fiume che vi travolge tutti, finalmente un film che davvero mostra la musica come dovrebbe essere, libera di fruire in ogni angolo della città, anche se a dire il vero non so come sarebbe un album registrato in strada piuttosto che in uno studio di registrazione.
Comunque l'idea è buona e originale, la musica è orecchiabile e ti entra dentro subito, la regia intriga e la trama non stanca mai, cos'altro volete da un film che parla di musica in maniera così appassionata e con tanto amore?
John Carney dirige un film ispirato e intrigante, che non stanca mai coaudiuvato da un cast di attori che sembra essere a proprio agio con la musica che vuole raccontarla attraverso lo schermo al pubblico, presto vedrò il film precedente di Carney quel Once recentemente recuperato e scoperto dall'amico Robydick.
In conclusione, andate a vederlo, sono sicura che vi conquisterà.
Voto: 7




Commenti

  1. Hai detto benissimo: delizioso! Una ventata di aria fresca e pulita che ci voleva proprio... io sono un fan di Keira e quindi poco obiettivo ;) ma questo per me è uno di quei film che non smetteresti mai di rivedere. Superba la colonna sonora: il brano 'Lost Stars' ha già in tasca l'oscar per la miglior canzone originale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido in pieno il tuo pensiero, si la colonna sonora è straordinaria :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…