Passa ai contenuti principali

Grimm Prima Stagione

Continua la carrellata di serie tv ripescate, ancora devo prendere la seconda stagione, ma visto che a breve dovrebbe continuare, ne approfitto per recensire la prima.
Nick Burkhardt detective della polizia di Portland, fa una scoperta che non si aspettava.
Lui è l'ultimo discendente dei Grimm, persone che hanno la facoltà di vedere il lato oscuro della gente che gli sta intorno e scovare la bestia cattiva che vive in loro, il suo ruolo è quello di combatterle, e si fa aiutare da Monroe un lupo mannaro che grazie a una dieta riesce a controllare la bestia dentro di lui, che diviene un suo amico in seguito, e dall'agente di polizia Hank Griffin che è il suo compagno, completamente all'oscuro dei suoi poteri.


Lo devo dire, questa serie mi ha coinvolto particolarmente, amo le serie fantastiche, di fantascienza, che toccano il mistero e ciò che si nasconde al mondo intorno ai personaggi, non a caso sono fan sfegatata di Lost, Twin Peaks, X Files, Streghe, American Horror Story, True Blood, The Vampire Diaries e via dicendo, e dopo la visione, che ho visto quasi tutta d'un fiato prima che i film mi coinvolgessero per tutto l'anno, anche di questa.
Mi è piacita perchè l'ho trovata insolita e originale, è coinvolgente, e curiosa, diversa dalle serie che ho visto fin ora, e non vedo l'ora di cominciare la seconda stagione, che presto mi procurerò.
Innanzitutto nella prima stagione ci troviamo di fronte a Nick che deve combattere quelle bestie, e non può dire a nessuno il suo segreto, soprattutto perchè deve cercare chi ha ucciso sua zia, che gli ha raccontato il segreto della sua famiglia e ha portato alla luce le sue facoltà.
E sarà una lotta senza esclusione di colpi, che coinvolgerà molte persone a lui vicine e non solo.
Lo spettacolo continuerà molto presto, appena mi procuro la seconda stagione, intanto vi consiglio caldamente di cominciare a vederlo se non l'avete fatto, sono sicura che vi conquisterà.
Il cammino per scoprire chi lo vuole attaccare sarà lungo e pericoloso, come lo scoprire chi ha ucciso la zia Marie, che all'inizio lo avvisa dei suoi poteri e il ragazzo quasi non crede a quello che dice, ma non appena si accorge che può vedere si rende conto che la zia ha ragione anche perchè ha letto i libri che gli ha lasciato nella roulotte che ha lasciato vicino a casa sua...da qui comincia un cammino per sconfiggere le bestie cattive.
Una serie intelligente e accattivante ricchissima di colpi di scena con un finale di stagione che non vi aspettereste mai.
Voto: 7

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.