Passa ai contenuti principali

Lo Hobbit - La Desolazione di Smaug

Ci siamo, ecco il secondo capitolo de Lo Hobbit prequel della trilogia capolavoro assoluto de Il signore degli anelli.
C'è altro da dire?
Si, perchè sicuramente questa seconda parte è senza dubbio migliore della prima, anche se devo dire che non si avvicina minimanente al capolavoro della trilogia fantasy legata al signore degli anelli, nè il primo nè il secondo film si avvicinano, ma comunque è e resta uno spettacolo e una gioia per gli occhi.

Il secondo film è senza dubbio qualitativamente migliore, più coinvolgente, c'è più azione e più empatia con i personaggi, si vede che Peter Jackson si è impegnato a fondo per dirigerlo.
Di Talkien mi duole dirlo non ho mai letto un libro, rimedierò senza dubbio, perchè è fondamentale leggere i romanzi per poter affrontare i film al meglio, anche se si sa che ci sono tagli per tradurli sullo schermo.
Prosegue il viaggio dei nani e dell'hobbit Bilbo Baggins per riunire il regno dei nani e riconquistare la montagna solitaria, e sconfiggere il drago smaug.
Con una serie di avventure e un epica battaglia, ricca di scene spettacolari e immagini grandiose, si svolge il secondo capitolo de Lo Hobbit - il terzo è di imminente uscita - diretto da Peter Jackson.
Un grandioso viaggio nella fantasia che vi conquisterà, anche se il film non è certo al livello della ormai mitica per me prima trilogia, poco importa.
Secondo capitolo ricco di entusiasmo, si vede che Peter Jackson è ispirato e che l'opera la sente davvero dentro di se.
Un appunto, secondo me se faceva uscire Lo Hobbit subito dopo la trilogia de Il Signore degli anelli, forse il film ne avrebbe guadagnato di più in attenzione, perchè sinceramente parlando credo che la sua uscita sia fuori tempo, ma come spesso accade alle opere cinematografiche, sarà il tempo a decidere.
Bello bello, mi è piaciuto parecchio, stavolta si è impegnato maggiormente e si vede, non più sconcerto e timori legati al primo episodio, un po' sottotono, ma scene spettacolari, inseguimenti, battaglie, e tanta avventura da coinvolgere gli spettatori dall'inizio alla fine, fino a incollarli alla poltrona.
Cos'altro dire?
Ah si, in questo episodio c'è Evangeline Lilly una dei protagonisti di Lost  nel ruolo di Tauriel, quindi un occasione in più per vedere il film, anche se la sua parte è piuttosto piccola.
In conclusione, film da non perdere, nonostante tutto.
Voto: 7 e 1/2



Commenti

  1. Prima parte inutile e quasi imbarazzante... poi arriva il drago e non ce n'è più per nessuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente, sono daccordo con te ^_^

      Elimina
  2. Devo riguardarli tutti prima che esca l'ultimo capitolo a dicembre o rischio di non capirci più nulla!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahi ahi ahi bollicina, forza su, guardali ^_^

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.