Passa ai contenuti principali

Mad Men - Seconda Stagione

Tornano le serie tv, e di conseguenza ci sono anche le recensioni a quelle serie viste e messe provvisoriamente da parte dato l'enorme quantità di film visti quest'anno, ecco che ricominciano i lavori, nella seconda stagione si assiste  alla crisi matrimoniale di Don e Betty, a causa di una relazione extraconiugale di quest'ultimo con la moglie di un boss di una grossa azienda, che potrebbe fatturare grossi affari all'agenzia Sterling e Cooper.
Nel frattempo altri giovani pubblicitari si fanno avanti in azienda, allo scopo di ampliarne gli orizzonti, peggy ormai copywrighter viene sostituita da una nuova ragazza come segretaria per Don Draper.
Il padre di Betty muore, e si scopre che l'eredità di Pete Campbell è stata fatta fuori da suo fratello, e nascosta la verità alla madre.
Peggy deve fare i conti anche con il parroco di cui si è occupata di pubblicizzare una serata di ballo, percè il volantino con una coppia che balla abbracciata che ha fatto è stato giudicato troppo ardito dai parrocchiani.
Betty decide di fare equitazione e conosce un ragazzo di cui diviene una buona amica, riuscirà a restare fedele a Don?
E i nostri amici riusciranno a tornare insieme dopo aver passato una notte a fare l'amore? E come reagirà Don alla notizia della nuova gravidanza di Betty?
Per scoprirlo dovete guardare questa seconda stagione, ancora più avvincente della prima, ben calibrata con la capacità di non perdere il suo mordente, cosa che riesce difficile alle serie tv, che dopo diverse stagioni perdono lo smalto, Mad Men invece non lo perde mai.
 La terza staagione è imminente, e già so di per certo che mi piacerà, per quanto riguarda la seconda  è imperdibile tanto quanto la prima, se non di più, soprattutto per quanto riguarda gli intrecci sentimentali e il triangolo amoroso tra Don Betty e Bobbi, la spregiudicata attrice che ammalia Don.
Il creatore ha senza dubbio messo più pepe questa volta e reso il tutto molto più accattivante, un motivo in più per non perderselo.
Inoltre è ambientato nel '62, e si ricorda la morte dellla mitica marilyn, come daltronde succede nella serie tv  ormai cult ambientata nei 60's e sottolinea i cambiamenti epocali avvenuti negli stati uniti in quegli anni.
Un bel salto nel passato che senza dubbio fa piacere fare, anche in questa seconda stagione, che non delude ma le aspettative, che altro dire se non correte a vederla?
Voto: 9


Commenti

  1. la seconda è la stagione che forse mi è piaciuta di meno, ma è stata comunque notevole. e le successive saranno ancora meglio...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.