venerdì 7 novembre 2014

The German Doctor

Non vi preoccupate, che il cinema più impegnato non l'ho messo da parte, anzi spesso è volentieri viene prima della recensione del film che stanno programmando al cinema, come il film di oggi The German Doctor.
Film presentato a Cannes nella sezione Un Certain Reguard e diretto da Lucia Puenzo e tratto dal romanzo scritto dalla stessa regista.

Ci troviamo di fronte alla ricostruzione della latitanza del criminale di guerra nonchè scienziato nazista Joseph Mengele, che conosce una famiglia con cui fa amicizia.
Questa è del tutto estranea sulla vera identità di quello strano dottore, che si interessa in maniera alquanto curiosa e morbosa alla figlia che non riesce a crescere e ha una statura bassa.
La moglie dell'uomo con cui Mengele sotto falsa identità stringe amicizia aspetta due gemelli, e sarà proprio lei a dare l'opportunità allo scienziato di svolgere esperimenti sulla figlia, ma lui con l'inganno le dice che è una cura, in realtà studia la piccola, e soprattutto le cause per cui non riesce a crescere, nonostante il padre sia contrario di tutto questo.

Un film lucido e spietato nel sottolineare la presenza del male che si insinua piano piano, quella famiglia non sa che ha stretto amicizia con un pericoloso scienziato, e procede piano piano nella narrazione grazie a una regia attenta e piuttosto curata.
La regista evita di prendere una posizione, ma si capisce benissimo qual'è il suo punto di vista anche se non lo dice esplicitamente.
Abbiamo un film non ancora uscito in sala che meriterebbe una certa attenzione e visione da parte del pubblico.
Tra gli interrogativi che più mi sono rimasti impressi nella memoria c'è questo: qual'è il confine dell'umanità di fronte ai limiti della scienza? E' possibile che uno scienziato crede che abbia tutte le carte in regola per poter trovare dei rimedi e delle cure? E le conseguenze di queste cure quali sono?
Quando però il passato torna a fare capolino nella vita dello scienziato sarà il padre a capire con chi avevano a che fare, subito dopo che sua moglie ha subito altri esperimenti che il dottore effettuava all'insaputa della donna.
Un film terribile e toccante allo stesso tempo, dubito che dopo la visione lo dimenticherete.
Voto: 7 e 1/2



2 commenti:

  1. non è un capolavoro, ma è un film che fa il suo dovere :)

    http://markx7.blogspot.it/2014/05/il-dottore-tedesco-wakolda-lucia-puenzo.html

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...