Passa ai contenuti principali

Anna dei Miracoli

Ci sono certi film che quando li vedi ti entrano dentro, lasciandoti cose che difficilmente scorderai, film come questo bellissimo Anna dei Miracoli, diretto nel 1962 da Arthur Penn, e interpretato da una bravissima Anne Bancroft e Patty Duke.

Film che caldamente vi invito a vedere, perchè sono sicura che diventerà senza dubbio uno dei vostri preferiti, oltre questo è una visione imprescindibile per quanto riguarda, sia la storia particolarmente toccante, che le tematiche e i messaggi racchiusi in essa.
In poche parole diventerà uno dei vostri film della vita, di questo ne sono più che sicura, a me è successo proprio questo.
Il film, racconta la storia di una bambina, Helen, nata cieca, muta e sorda, e dei genitori che praticamente non la educano come una bambina normale, forse per compassione, forse per il fatto che essendo cieca, muta e sorda provano pena per lei.
A pensarci bene ci sarà un altra donna, mezza cieca Anne Sullivan a rieducare la bambina nel modo giusto, anche a costo di venire picchiata, anche a costo di ottenere in cambio schiaffi e tirate di capelli, non importa, perchè Anne, con la sua forza interiore, sarà la sola persona a capire la bambina fino in fondo, e forse magari a compiere quello che i genitori non sono riusciti a fare.

E' un film che ti tocca dentro il cuore, e badate che non sto scherzando, la recitazione di Anne Bancroft lascia a bocca aperta come anche la storia del film, che è capace di colpire lo spettatore con scene molto forti e allo stesso tempo molto toccanti.
Ci si emoziona parecchio davanti a questo film, per altro tratto da una storia realmente accaduta, quindi per questo più drammatico.
La storia in se è da pelle d'oca, Anne stessa, è l'unica che vuole che Helen sia trattata come una bambina normale, e fa di tutto affinchè questo accada.
Anche alzare la voce.
Patty Duke anhe lei è straordinaria nel ruolo di Helen, la sua recitazione è naturale ed intensa, giustamente premiata con l'oscar insieme a Anne Bancroft.
I loro scontri sono allo stesso tempo drammatici e delicati, che non scendono mai nel patetico, anzi, guardano aldilà di ciò che normalmente una persona sana non riesce a percepire perchè non ha le stesse patologie della protagonista.
Arthur Penn, ragazzi che scoperta, ha diretto con piglio un opera di sconvolgente intensità, difficile dimenticare un film del genere, come è difficile non immedesimarsi con una storia che ancora oggi risulta attuale, nonostante siano passati ben 55 anni dalla sua uscita.
Come direbbe l'amico Ford, questo film è una vera bomba, un pugno nello stomaco tirato con tutta la forza che esiste in corpo, una forza di ferro dentro una donna all'apparenza fragile, ma forte più dell'acciaio.
Un film che certamente ti rimane dentro e non lo dimentichi più.
Arthur Penn è stato molto realistico, così realistico da tenere lo spettatore praticamente incollato alla poltrona, e capire sia le diversità, e soprattutto la compassione umana e quali limiti esistono nell'oltrepassare certi confini.
La tematica del film è...è giusto trattare una bambina facendole passare tutti i capricci solo perchè è cieca, muta e sorda? Non è meglio trattarla come tutti gli altri bambini?
ed Anne, conscia della sua infanzia terribile passata in un orfanotrofio perchè cieca, capirà che la bambina ha bisogno di superare  i suoi Handicap, per vivere la vita in modo normale.
Il miracolo del titolo si compirà?
Io vi invito a guardare il film, stasera non spoilero, perchè oltre ad essere un grandissimo capolavoro cinematografico, merita un posto nel cuore di ogni cinefilo e senza dubbio nella sua collezione.
Capolavoro.
Voto: 10





Commenti

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…