Passa ai contenuti principali

Arwen Si Racconta...

Ebbene, ora è arrivato il momento di aprirmi coi miei amici che seguono il blog, aprirmi non del tutto perchè ci sono cose che è meglio che restino private.
Sei mesi lontana dal blog sono stati difficili, avevo premeditato di mollare tutto, il tutto perchè ho passato un difficile momento che mi ha portata a non riuscire a scrivere recensioni - figuarsi io che sono sempre stata presente - ebbene si.
Ma come spesso accade, le passioni non sfumano per poi scomparire, dopo che piano piano ho ripreso il mio tran tran quotidiano, e mandato al diavolo chi mi ha dato una cura che praticamente mi faceva stare sdraiata sul divano tutta la giornata senza più stimoli, ho ripreso piano piano a ricominciare a riprendere i miei interessi.
Il primo è stata la lettura, ho letto vari e-book e mi ci sono divertita un mondo, ho pianto, ho riso etc etc etc...ma il 21 Gennaio sono tornata a vedere film, e ne vedevo almeno 4 al giorno, ora di meno perchè ho il blog, e poi devo rivedere alcuni titoli per poi recensirli alla fabbrica, quindi ho un po' rallentato la corsa, ma comunque il cinema è tornato protagonista e presente nella mia vita, e menomale direi.
Nella vita capitano i momenti di riflessione, dove tu cerchi delle risposte, e poi capita che si ritorna al blog e scrivi con più entusiasmo di prima, anzi, cercando di dare il meglio di te stessa.
E la cosa mi piace e mi diverte un casino.
La vita a casa Lynch è stata un po' triste senza cinema, a breve tornerà colui che mi ha fatta diventare la cinefila che sono adesso, è bello riprendere e rivedere i suoi film, perchè ti accorgi che i suoi film sono sorprendenti oltre che ipnotizzanti.
Di chi sto parlando? Di David Lynch ovviamente, e manca poco più di un mese al ritorno di Twin Peaks, mi dispiace che non ci sia Max il mio amico che è morto 3 anni fa quasi, lui andava matto per Twin Peaks e insieme ci divertivamo da matti.
So di per certo di essere stata l'unica (almeno spero) ad aver recensito le filmografie intere di Scorsese, Almodòvar, Gus Van Sant - anche se manca l'ultimo titolo ma tra poco lo recensisco - Spike Lee, David Fincher, George Andrew Romero, Bong Joon-ho, Lars Von Trier, François Truffaut, David Cronenberg e Jason Reitman, anche se mi manca a vedere l'ultimo suo titolo, ma lo farò prestissimo.
Intanto prima di David Lynch, voglio recensire Mare Dentro, che è un film che ho adorato e che mi sono ripromessa di recensirlo ma non ci è stata proprio occasione, succederà entro oggi, almeno spero di farlo.
Tornare al blog è stato bello, il rivedere e riabbracciare alcuni amici blogger a cui mi sono affezzionata, Ford, Bollicina, Moz, La Bara Volante, Marco Grande Arbitro, Kris Kelvin, Il Cannibale, Pietro Sabatelli, etc etc etc scopro solo adesso che Bradipuccio ha mollato il suo blog, peccato, perchè oltre ad essere bravo, lo usavo come sostituto di Robydick, che manca ormai da quasi quattro anni...
Messaggio per Robydick, a Robertì mo so passati quasi 4 anni, che ce stai a tornà nella blogosfera insieme all'amici tua? Daje non ce fare penà più di quanto la vita lo fa al posto tuo.
Io so stata sei mesi lontana ma poi la voglia mi è tornata, non mollare un blog enciclopedico come il tuo, spero di risentirti presto ammico mio.
Comunque sia sono finalmente tornata, e la catasta di film da vedere è sempre presente, alcuni li rivedrò per scrivere recensioni più fresche e più sentite.
Altri li ricordo bene e non c'è nessun bisogno di rivederli, comunque sia è bello riabbracciare gli amici.
Arwen.

Commenti

  1. Ho visto e letto di questo tuo momento, ma spero finalmente ti sia liberata dei cattivi pensieri, perché sei brava, intelligente e tanto simpatica, e il tuo ritorno fa davvero piacere in tutti i sensi ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.