Passa ai contenuti principali

La Cura del Benessere

Sembra che questo film non sappia possedere il giusto sprint per essere un buon film, c'è decisamente qualcosa che non va.
Sembra tutto così perfettino, tutto così tirato  a lucido che sembra costruito per piacere al pubblico per forza, Gore Verbinski, cerca in tutti i modi di compiacere il pubblico ma secondo me c'è fin troppa carne al fuoco.

Mi spiego meglio, la trama di per se sembra giocare tutto sulle aspettative di chi guarda questo film, e per buona parte della pellicola sembra compiacere il pubblico, insomma ti da ciò che chiedi, tutto quanto, sia la fotografia curatissima, sia la regia, sia i particolari, ma è nella sceneggiatura il suo punto debole.


Se devi costruire un horror allora fa che sia realmente un horror, non giocare con il pubblico con scene improvvise che vogliano vedere il protagonista in una clinica per la salute e poi improvvisamente i malati sembrano essere degli zombie, cioè non sono morti viventi, sono esseri umani vivi e vegeti, quindi sembra che Verbinski ci prenda sonoramente per i fondelli, dimostrando che con l'horror non è capace di girarlo come si deve, ma anche non è in grado di creare nè tensione nè suspance.
Per tre quarti di film sembra di assistere a qualcosa che promette ciò che non mantiene, e questo fino all'assurdo finale.
Peccato perchè nonostante la trama sia interessante, si perde proprio nel momento in cui deve fare esplodere la bomba di cosa sia in realtà quella clinica smascherando la cura, ciò che per tutta la durata del film viene scandalosamente negato al pubblico.
Perchè?
Eppure nel suo carnet c'è The Ring che, seppur con i suoi difetti era capace di suscitare interesse, ma quando si tratta di esporre originalità ecco che la bolla sconvolgente e disturbante che durante la visione mi aspettavo, non esplode.
Avevo diverse aspettative, e ho letto la recensione di Bollicina, che diceva più o meno le stesse cose che sto dicendo anche io, questa volta non le ho voluto dare retta, e ho visionato il film, niente di male dopotutto non muore nessuno se visiono un film, anzi, è un titolo in più che rientra nel mio carnet e nella lista di film visti, certamente dopo la visione non mi viene voglia di rivederlo perchè so già che in poche parole questo film è un bluff, che vorrebbe essere originale mostrando una trama interessante, che magari se sviluppata in modo diverso sarebbe stata un ottimo film, ma è chiaramente uno degli scult dell'anno, e mi duole dirlo ma aveva ragione Bollicina.
Del resto non mi resta che condividere ciò che ha detto nella sua recensione, comunquesia se fossi Ford, le bottigliate a questo film non le risparmierebbe proprio nessuno.
In conclusione, un film che non aggiunge molto al genere horror, nè alla filmografia di Gore Verbinski, che forse farebbe bene a non toccare il genere horror, e restare sconfinato alla disney coi film per famiglie, ci guadagnerebbe molto di più che toccare generi di cui non ha dimestichezza.
Ricordo che l'unico horror che ha girato prima di questo è il remake di un film giapponese, per altro molto più bello, quindi certamente quando si tratta di essere originale fa esplodere soltanto una bolla di sapone, non una bolla di gore e splatter come  ogni buon horror dovrebbe essere.
Tralasciando questo anche la recitazione degli attori risulta forzata, comunque, in conclusione, non è un film che rientrerebbe certo nella vostra lista di horror preferiti o nella storia del cinema, passata la visione si consuma come voi consumereste un pacco di popcorn quando lo visionate.
Voto: 5






 

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.