Passa ai contenuti principali

La Cura del Benessere

Sembra che questo film non sappia possedere il giusto sprint per essere un buon film, c'è decisamente qualcosa che non va.
Sembra tutto così perfettino, tutto così tirato  a lucido che sembra costruito per piacere al pubblico per forza, Gore Verbinski, cerca in tutti i modi di compiacere il pubblico ma secondo me c'è fin troppa carne al fuoco.

Mi spiego meglio, la trama di per se sembra giocare tutto sulle aspettative di chi guarda questo film, e per buona parte della pellicola sembra compiacere il pubblico, insomma ti da ciò che chiedi, tutto quanto, sia la fotografia curatissima, sia la regia, sia i particolari, ma è nella sceneggiatura il suo punto debole.


Se devi costruire un horror allora fa che sia realmente un horror, non giocare con il pubblico con scene improvvise che vogliano vedere il protagonista in una clinica per la salute e poi improvvisamente i malati sembrano essere degli zombie, cioè non sono morti viventi, sono esseri umani vivi e vegeti, quindi sembra che Verbinski ci prenda sonoramente per i fondelli, dimostrando che con l'horror non è capace di girarlo come si deve, ma anche non è in grado di creare nè tensione nè suspance.
Per tre quarti di film sembra di assistere a qualcosa che promette ciò che non mantiene, e questo fino all'assurdo finale.
Peccato perchè nonostante la trama sia interessante, si perde proprio nel momento in cui deve fare esplodere la bomba di cosa sia in realtà quella clinica smascherando la cura, ciò che per tutta la durata del film viene scandalosamente negato al pubblico.
Perchè?
Eppure nel suo carnet c'è The Ring che, seppur con i suoi difetti era capace di suscitare interesse, ma quando si tratta di esporre originalità ecco che la bolla sconvolgente e disturbante che durante la visione mi aspettavo, non esplode.
Avevo diverse aspettative, e ho letto la recensione di Bollicina, che diceva più o meno le stesse cose che sto dicendo anche io, questa volta non le ho voluto dare retta, e ho visionato il film, niente di male dopotutto non muore nessuno se visiono un film, anzi, è un titolo in più che rientra nel mio carnet e nella lista di film visti, certamente dopo la visione non mi viene voglia di rivederlo perchè so già che in poche parole questo film è un bluff, che vorrebbe essere originale mostrando una trama interessante, che magari se sviluppata in modo diverso sarebbe stata un ottimo film, ma è chiaramente uno degli scult dell'anno, e mi duole dirlo ma aveva ragione Bollicina.
Del resto non mi resta che condividere ciò che ha detto nella sua recensione, comunquesia se fossi Ford, le bottigliate a questo film non le risparmierebbe proprio nessuno.
In conclusione, un film che non aggiunge molto al genere horror, nè alla filmografia di Gore Verbinski, che forse farebbe bene a non toccare il genere horror, e restare sconfinato alla disney coi film per famiglie, ci guadagnerebbe molto di più che toccare generi di cui non ha dimestichezza.
Ricordo che l'unico horror che ha girato prima di questo è il remake di un film giapponese, per altro molto più bello, quindi certamente quando si tratta di essere originale fa esplodere soltanto una bolla di sapone, non una bolla di gore e splatter come  ogni buon horror dovrebbe essere.
Tralasciando questo anche la recitazione degli attori risulta forzata, comunque, in conclusione, non è un film che rientrerebbe certo nella vostra lista di horror preferiti o nella storia del cinema, passata la visione si consuma come voi consumereste un pacco di popcorn quando lo visionate.
Voto: 5






 

Commenti

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…