Passa ai contenuti principali

GGG - Il Grande Gigante Gentile

E oggi come prima recensione c'è l'ultimo film dello zio Steve, che ci crediate o no, a me non è dispiaciuto, anzi, mi è piaciucchiato.
Anche se devo ammettere non rientra certamente nelle migliori pellicole del grande regista americano, si fa comunque vedere bene.


Devo dire però, che nonostante risulti un pochino al di sotto di altre sue pellicole, resta un film capace di fare divertire il pubblico, grazie a una caratterizzazione dei personaggi molto riuscita, anche se per quanto riguarda il film è ricchissimo di effetti speciali, e questo risulti un po' superficiale per la qualità del film.
Film tratto da una storia di Rohal Dahl, e da quanto ho letto in giro uscita proprio l'anno di ET e lo zio Steve, ha pensato bene di farci un film.
Piacevole da vedersi, lo devo dire, anche a volte pure divertente, e devo dire che ti fa passare piacevolmente il tempo con una storia capace di conquistarti.
Ovviamente, è un film al di sotto dei titoli che ha fatto, mi dispiace dirlo, io spero sempre che prima o poi un film degno del suo nome lo faccia uscire.
Sono lontani i tempi di Shindler's List e di tanti altri film, entrati ormai nel cuore e nella vita di tutti quanti.
Comunque sia è da vedere sicuramente, ma soprattutto da far vedere ai più piccini, si divertiranno un mondo con la storia di questo gigante gentile e della sua amicizia con la bambina protagonista.
Un gigante che ha deciso di non mangiare bambini e non essere cannibale ma di mangiare verdura.
Molto divertenti le scene con gli scorreggi che salta tutto quanto, e anche quelle particolari e suggestive di quando il gigante e la bambina fanno amicizia.
Una fiaba, nient'altro che una fiaba solare, ottimista e anche divertente, pur con tutti i difetti di questo mondo, e spero almeno parlando seriamente, che Spielberg la smetta di fare questi film così buonisti e si concentri a fare cinema, che lui si che è capace di farlo.
Resta comunque, anche se mi è piaciuicchiato, dobbiamo parlare seriamente, una operazione deludente, come se volesse scopiazzare la poetica di Tim Burton, ma sappiamo che Spielberg ha un suo preciso stile, e soprattutto una poetica differente dal regista di Burbank.
Nonostante tutto è un film da vedere tra un film impegnato e l'altro, troppo poco per lo zio Steve, io comunque sono qui, ad attendere il suo grande ritorno al cinema, e ci sarà prima o poi.
Incrociamo le dita.
Voto: 6

 

Commenti

  1. non l'ho ancora visto, ma quando passerà su sky lo vedrò volentieri

    RispondiElimina
  2. Poi mi dici se ti è piaciuto ^^

    RispondiElimina
  3. A me è piaciuto molto. Certo, questo è un film DA bambini e PER bambini, che a differenza (ad esempio) dei cartoni Pixar non si rivolge ANCHE a un pubblico adulto... ma solo ai piccoli. Tratto da un romanzo-capolavoro di Roald Dahl, la rilettura di Spielberg è molto fedele. Per me merita un bel voto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gli ho dato sei comunque non è molto alto anche perchè mi è piaciucchiato ^_^

      Elimina
  4. Ho trovato Spielberg invecchiato, ma comunque sempre gradevole

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.