venerdì 21 aprile 2017

Life - Non Oltrepassare il Limite

Per la prima recensione di oggi abbiamo uno degli ultimi film usciti nelle sale cinematografiche recentemente: Life - Non Oltrepassare il limite

A guardarlo sembra una rilettura riveduta e corretta di Alien senza ovviamente la mitica Ripley.
La trama racconta che l'equipaggio della Stazione spaziale Internazionale, rilevano su marte una sonda da cui scoprono una cellula che rivela una forma di vita dormiente, naturalmente Hugh, uno degli astronauti, fa in modo di animare questa forma di vita con degli stimoli.
Se all'inizio il suo esperimento non riesce, è proprio grazie a questi stimoli che inaspettatamente la cellula riesce a moltiplicarsi fino ad arrivare fuori controllo, ad un certo punto riesce ad assimilare persino un topo.
E sarà proprio allora che crescerà fino a moltiplicarsi del tutto, e sarà proprio adesso che tutti quanti saranno in pericolo di vita.
Insomma qui si rischia davvero di non farcela, se il film fino ad un certo punto seppur non abbia molta originalità riesce persino a divertire, alla lunga è un po' scontato e risulta difficile arrivare alla fine.
L'ennesima versione riveduta e corretta di Alien, come ho detto all'inizio della recensione, peccato perchè poteva benissimo essere molto più originale di quanto in realtà non sia.
Ma ovviamente qualcosa di buono c'è, se per esempio vediamo questi astronauti che cercano di dare vita alla cellula che si moltiplica fino ad oltrepassare il limite del consentito, mettendo in pericolo le vite di tutti.
In un certo senso, - questa cosa però è lodevole - il regista fa una chiara critica a questi scenziati che con presunzione cercano di stimolare una forma di vita sconosciuta ma sono incapaci sia di conoscerla, che di controllarla.
Alla fine si rimane con un senso di perplessità, di roba già vista che certamente non aiuta il film ad arrivare a un livello di qualità decisamente migliore.
Persino Jake Gyllenhaal solitamente molto bravo, non convince nel ruolo di astronauta.
In conclusione, una pellicola in parte deludente che cerca di fare il verso ad Alien, non riuscendoci assolutamente, essendo in realtà l'ombra di un capolavoro che con questo film non ha niente di cui spartire.
Comunquesia, se ve lo volete vedere, non aspettatevi di certo la novità che segna la storia del cinema, ma soltanto un film buono da consumare davanti a un pacchetto di popcorn.
Voto: 6 e 1/2

 

2 commenti:

  1. la fantascienza non è il mio genere, sebbene il cast di questo film prometta particolarmente bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no guarda ti consiglio di recuperare se non l'hai fatto Alien, è un gran film rispetto a questo ^^

      Elimina

Benvenuto alla Fabbrica dei sogni, I Commenti sono moderati, sei libero di esprimere il tuo parere che deve essere consono all'argomento del post e del blog, tieni presente però il rispetto per chi gestisce il blog e per chi ha un parere opposto al tuo.
Il proprietario del blog si prende la libertà di cancellare e censurare ciò che si allontana dallo scambio civile di pareri...siate felici, è solo un film!!! :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...