Passa ai contenuti principali

Life - Non Oltrepassare il Limite

Per la prima recensione di oggi abbiamo uno degli ultimi film usciti nelle sale cinematografiche recentemente: Life - Non Oltrepassare il limite

A guardarlo sembra una rilettura riveduta e corretta di Alien senza ovviamente la mitica Ripley.
La trama racconta che l'equipaggio della Stazione spaziale Internazionale, rilevano su marte una sonda da cui scoprono una cellula che rivela una forma di vita dormiente, naturalmente Hugh, uno degli astronauti, fa in modo di animare questa forma di vita con degli stimoli.
Se all'inizio il suo esperimento non riesce, è proprio grazie a questi stimoli che inaspettatamente la cellula riesce a moltiplicarsi fino ad arrivare fuori controllo, ad un certo punto riesce ad assimilare persino un topo.
E sarà proprio allora che crescerà fino a moltiplicarsi del tutto, e sarà proprio adesso che tutti quanti saranno in pericolo di vita.
Insomma qui si rischia davvero di non farcela, se il film fino ad un certo punto seppur non abbia molta originalità riesce persino a divertire, alla lunga è un po' scontato e risulta difficile arrivare alla fine.
L'ennesima versione riveduta e corretta di Alien, come ho detto all'inizio della recensione, peccato perchè poteva benissimo essere molto più originale di quanto in realtà non sia.
Ma ovviamente qualcosa di buono c'è, se per esempio vediamo questi astronauti che cercano di dare vita alla cellula che si moltiplica fino ad oltrepassare il limite del consentito, mettendo in pericolo le vite di tutti.
In un certo senso, - questa cosa però è lodevole - il regista fa una chiara critica a questi scenziati che con presunzione cercano di stimolare una forma di vita sconosciuta ma sono incapaci sia di conoscerla, che di controllarla.
Alla fine si rimane con un senso di perplessità, di roba già vista che certamente non aiuta il film ad arrivare a un livello di qualità decisamente migliore.
Persino Jake Gyllenhaal solitamente molto bravo, non convince nel ruolo di astronauta.
In conclusione, una pellicola in parte deludente che cerca di fare il verso ad Alien, non riuscendoci assolutamente, essendo in realtà l'ombra di un capolavoro che con questo film non ha niente di cui spartire.
Comunquesia, se ve lo volete vedere, non aspettatevi di certo la novità che segna la storia del cinema, ma soltanto un film buono da consumare davanti a un pacchetto di popcorn.
Voto: 6 e 1/2

 

Commenti

  1. la fantascienza non è il mio genere, sebbene il cast di questo film prometta particolarmente bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no guarda ti consiglio di recuperare se non l'hai fatto Alien, è un gran film rispetto a questo ^^

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.