John Travolta Week - Phenomenon

Vi avviso, in questa settimana dedicata a John Travolta, nelle recensioni non sarò affatto obiettiva, si lo sono con tutto e tutti, però John Travolta da mio primo attore preferito, per me rappresenta l'idolo della mia infanzia, per cui lo adoro perché da piccola non mi perdevo i film che trasmettevano in tv, e sin da bambina li guardavo, o per lo meno quelli che potevo guardare e che trasmettevano in tv.
Perciò bando alle ciance e cominciamo questa settimana con un altro dei miei attori preferiti.

Phenomenon rappresenta un titolo in cui il mio adorato John, ha dimostrato di sapersi mettere in gioco soprattutto dopo Pulp Fiction, dato che poteva benissimo permettersi di scegliere i ruoli a lui più congeniali.
Phenomenon racconta la storia di George Malley, che dopo il party per il suo 37° compleanno, vede in cielo una luce che lo atterra proprio, quando si risveglia, si scopre ricchissimo di talento e soprattutto di idee, riesce a leggere 4 libri al giorno, fa esperimenti, ha poteri telecinetici e riesce ad imparare una lingua straniera semplicemente leggendo un dizionario,
Pensa che sia stato travolto da un ufo, così la pensano anche coloro che lo conoscono bene, quando però riesce a sentire le onde sismiche a bassa frequenza, e a decodificare un impossibile codice, le autorità cominciano a interessarsi a lui.
Non mancheranno anche gli episodi in cui alcuni conpaesani lo trattano come un fenomeno da circo, ma sarà il medico del paesino in cui vive a difenderlo.
Quando si innamora di Lace, comprando tutte le sue sedie per conquistarla, e capisce che le cose più importanti nella vita sono le persone che ci stanno intorno.
Con questo film, si aggiunge un altro tassello alla folgorante carriera di uno degli attori più sorprendenti che abbia mai scoperto..
Potrei giudicare Phenomenon con una recensione dettagliata scrivendo cosa? Film carino, pregevole e via dicendo?
No, voglio fare una recensione de core stavolta, e dico le cose sinceramente, questo è un gran bel film, sulle coincidenze della vita, sugli incidenti che ci fanno provare l'ebbrezza di poter fare infinite cose, e sugli imprevisti che ci fanno aprire gli occhi sulla vita.
John Travolta sa incarnare benissimo questi aspetti della storia e soprattutto del personaggio, e lo spettatore cosa può fare se non affezionarsi a lui?
Come mi succede con tutti i personaggi da lui interpretati, sin da quando ero bambina si può dire, e guardavo Grease e La Febbre del Sabato sera, veri e propri cult ancora oggi per me.
Un film romantico, solare, intenso, dolce, triste e chi più ne ha più ne metta, lasciatevi andare e sognate amici, perché questo film, anche se è triste soprattutto nel finale, fa sognare, quindi sognate.
C'è anche Forest Whitaker che interpreta il migliore amico di George, Nate Pope, e avrà un ruolo fondamentale nella sua vicenda.



Commenti

Post più popolari