Stranger Things 3

Quest'anno le cose alla fabbrica sono decisamente cambiate, sto vedendo più serie tv, faccio le settimane dedicate ai miei attori preferiti e via dicendo.
A proposito di Serie tv, ho visto la terza stagione di Stranger Things, è ormai noto a tutti che è diventato un fenomeno globale no?



Per quanto mi riguarda l'ho adorata, questa terza stagione in particolare i Duffer Brothers non hanno avuto paura delle aspettative del pubblico, e si vede.
Sono ispiratissimi e si sono buttati, creando una stagione, che colpisce decisamente al cuore, ci sono momenti emozionanti, di tanta paura, di nostalgia verso gli anni ottanta, e tanto altro ancora.
Poi ovviamente c'è il sottosopra, con una creatura il mindflier, che cerca Undici per poterla uccidere, dopo che lei nella passata stagione non gli ha permesso di entrare nel mondo umano, allora che fa? Riesce a possedere Billy, il bagnino, e ci sono strani fenomeni che smagnetizzano gli oggetti di Joyce dal frigorifero.
In questa stagione, il sottile confine tra il sottosopra e il mondo reale non è mai stato così labile, ci penserà hopper, il poliziotto di hawkins, a tirare quattro pugni per rimettere le cose a posto.
Il mindflier, sarà la creatura che fa grattare il capo ai nostri amici, ci sono momenti memorabili, come la visione al cinema del romeriano Il giorno degli zombie, senza dimenticare Ritorno al Futuro, ma il momento più bello, è quando Dustinuccio, canta a Suzie The Neverending Story.
Ah dimenticavo, in questa terza stagione siamo nel 1985, in estate, troviamo i nostri amici più cresciuti, Undici è stata adottata da hopper, che si ingelosisce perché lei bacia il ragazzo di cui si innamora, poi ci sono i grandi magazzini, che sono molto frequentati rispetto ai piccoli negozi.
C'è aria di cambiamento a Hawkins, così come i suoi cittadini che sembrano usciti da l'invasione degli ultracorpi.
Si omaggiano gli anni ottanta, gli usi, i costumi, insomma non esiste serie che ha curato così bene un epoca come Stranger Things, compresa la battaglia finale, che sarà il motivo per Joyce di fare una scelta per salvare i suoi figli dalle minacce del sottosopra.
E Hopper? Hopper è quello che picchia duro, e farebbe l'impossibile per salvare il mondo, anche se non direbbe mai a Joyce che è innamorato di lei.
Una stagione col botto, grandiosa e sorprendente, se continuano così i Duffer, possono arrivare a fare forse la migliore serie del terzo millennio, e non scherzo.
Da non perdere assolutamente.




Commenti

  1. Quando ho visto il primo episodio della terza stagione ho pensato... "non ci siamo più". Per fortuna, leggendo vari blog, mi è stato consigliato di andare avanti nella visione ed è stato un bene. Molto bella.

    RispondiElimina
  2. La mia stagione preferita! :)

    RispondiElimina
  3. MI mancano già tantissimo i ragazzi di Hawkins! Spero in un cambio di marcia per la quarta però, si sente un po' il rumore di un motore sopragiri, secondo me. C'è bisogno di una svolta! In ogni caso emozionante e godibilissima, concordo col definirla imperdibile!

    RispondiElimina

Posta un commento

Messaggi liberi, NO SPAM Ok?

Post più popolari