Passa ai contenuti principali

Lost Movies - Morto Stalin se ne Fa Un Altro

Ollallà e che abbiamo qua?
Morto Stalin Se ne Fa Un Altro tratto da un romanzo grafico di Fabien Nury e Thierry Robin, secondo voi mi è piaciuto?

Per quanto mi riguarda, guardare Morto Stalin se ne fa un altro è stata una esperienza parecchio interessante, si perché ci troviamo nel territorio della commedia nera, dove il grande capo, dopo aver letto il biglietto di una violinista in cui gli ha scritto che voleva vederlo morto, cade morto STECCHITO!!
Chi prenderà il suo posto?
In un susseguirsi di colpi bassi, di rivendicazioni, di cattiveria, e scaltra perfidia, tutti coloro che erano alle dipendenze del dittatore, adesso vogliono il potere…
Però quel potere che vogliono, non riguarda il governare la nazione, il loro scopo è ottenere quel potere, che gli permette di fare tutto ciò che vogliono e guadagnarci pure.
Non guardando in faccia nessuno, in poche parole sono disposti a vendere la propria madre per ottenere il potere.
Una commedia cinica, e spudoratamente divertente, dove la risata non è il fine profetico del divertimento, ma il constatare quanto sia sfacciatamente ridicola la cattiveria umana.
Una commedia nera sagace, ironica e concisa, che non risparmia nessuno nel voler mettere alla berlina tutti questi politichetti, pronti a tutto per la poltrona, ma certamente non pronti per aiutare il popolo.
Del popolo si ci puliscono le chiappe, dicendolo alla maniera educata.
Film con un nutrito cast di attori, tra cui spiccano l'ex Monty Python Michael Palin e Steve Buscemi.
Cult decisamente, è una pellicola che riesce a sorprendere per la sua capacità di mettere in scena una umanità decisamente senza dignità.
Mi è decisamente piaciuto, e ve lo consiglio.
Buona Visione.


Commenti

  1. Visto e similmente piaciuto, proprio per la capacità di mettere in scena una umanità decisamente senza dignità ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post popolari in questo blog

#LaPromessa2021 - I Cugini

  Mi sono sempre chiesta com'erano i primissimi film di Claude Chabrol  regista che apprezzo molto, conosciuto con il film L'Inferno  di cui ho visto parecchi film, con la scusa della promessa per il 2021, ho deciso di mettere in cartellone uno dei suoi primi film: I Cugini .

#LaPromessa2021 - Lili Marleen

  Questo mese saranno tre i film recensiti per la promessa, anche perché non ho fatto tempo a recensire il secondo di aprile, lo faccio adesso, e spero di recensire in breve tempo anche i film di maggio. Adesso tocca a un film di Rainer Werner Fassbinder  da me amatissimo per tanti motivi e chi bazzica questi lidi sa che ho dato parecchio spazio al suo cinema, quest'anno l'ho fatto partecipare alla promessa, selezionando Lili Marleen  mi sarà piaciuto?

Presto alla fabbrica una sorpresa...

  Venghino signori venghino, se ve piace Lino Banfi, se vi siete trastullati con Edwige Fenech, e avete riso co Pierino o simili, non perdetevi la nuova rubrica dove se parla de sto cinema, no, non sono recensioni, ma ho avuto l'idea sopraffina de parlà del cinema de ggenere, o trash all'italiana, perché anche il trash vole il suo spazio perché è de culto eh? La rubrica se chiamerà   STRACULT  perchè il cult lo lasciamo agli estereofili, nella rubrica si parlerà di diversi film, solo parole e fatti soprattutto che parlano di un certo cinema che andava forte negli anni settanta ottanta o giù di lì. Ci saranno risate e ricordi a non finire, e per chi vuole partecipare mi contatti su facebook o via email o anche sotto questo post CIAOOOOO!!!